Insieme a Candy per sviluppare gli elettrodomestici del futuro

Insieme a Candy per sviluppare gli elettrodomestici del futuro

Insieme a Candy per sviluppare gli elettrodomestici del futuro
4 Luglio 2018
industry
Abbiamo avviato un progetto di open innovation per sviluppare nuovi servizi e identificare le migliori startup nel settore delle smart appliance.

Una casa sempre più smart grazie a elettrodomestici intelligenti e dotati di intuito, in grado di consigliare la ricetta migliore per la cena o il lavaggio più efficace del bucato: è la visione del futuro di Candy Group, che per mettere a punto innovazioni di prodotto è alla continua ricerca di partner qualificati.

Negli ultimi anni il mercato della smart home e delle soluzioni Internet of Things ha registrato una crescita a doppia cifra: in Italia nel 2017 è cresciuto del 35% rispetto al 2016, per un giro d’affari di 250 milioni di euro (dati Osservatorio Internet Of Things del Politecnico di Milano), mentre secondo le previsioni di Zion Market Research a livello globale è prevista una crescita del 14,5% entro il 2022. Candy, che oggi vanta un ruolo di leadership assoluta nel settore degli elettrodomestici intelligenti con una quota di mercato del 61%, ha scelto di sfruttare al massimo questa tendenza e ha avviato un progetto di open innovation con noi per integrare nuove funzionalità ai suoi elettrodomestici, attingendo alle soluzioni sviluppate dalle startup internazionali più innovative.

Sfruttando il nostro network sviluppato in 13 anni di esperienza nel campo dell’innovazione, abbiamo valutato circa 200 startup internazionali sulla base di un brief calibrato sulle specifiche esigenze di Candy: sfruttare le nuove tecnologie come intelligenza artificiale, riconoscimento delle immagini e assistenti vocali per creare un ecosistema di elettrodomestici smart che possano semplificare la vita domestica.

L'11 luglio presso la nostra sede le 10 startup selezionate prenderanno parte al Candy Connection Event, per presentarsi al top management del Gruppo e valutare possibili collaborazioni tecnologiche o industriali.